Dio è ovunque

Sì…pensavo poco fà, mentre riordinavo la mia stanza e osservavo un’immagine che ho ritrovato, grazie all’acquisto che il mio compagno ha fatto circa un anno fà in un mercatino di antiquariato, poco prima di conoscerci. La stampa è proprio quella della foto, la stessa che mio padre teneva in bellavista nel suo garage sopra il suo banco degli attrezzi. Si sentiva protetto mentre faceva lavoretti di bricolage nei momenti liberi dal lavoro…quell’immagine era tutto anche per me e tutte le volte che entravo in garage, mi sembrava Quegli occhi mi seguissero ovunque. Era proprio un effetto dell’immagine!

Quando anche mio padre morì, non potendo portare tutto dalla Sicilia al Sud, con immenso dispiacere e tanto pianto, dovetti lasciare quel bellissimo quadro al nuovo acquirente della casa e, purtroppo, molto altro. Dissi che ero felice rimanesse là, mi dava il conforto che era nel garage di mio padre e che, magari, un giorno lo avrei rivisto scendendo in Sicilia in vacanza.

Avevo una macchina, non un camion e caricai il possibile per ritornare al nord.

Quando conobbi il mio compagno tutto pensavo tranne che all’immagine. Non volevo iniziasse una relazione, pensavo solo a difendermi, a non lasciarci il cuore nuovamente, a tante cose insomma e così ogni cosa, passo in secondo piano finchè capìì che era ed è una persona di cui potevo fidarmi, che mi amava davvero sin da subito e che avrebbe lottato per non farmi più soffrire e così è tutt’ora. Un mese fà, vidi nuovamente l’immagine, proprio mentre stavamo traslocando.

Stavamo per buttarla via ma…mi sentii rapita.

“Non MI riconosci?” sentii solo questo dentro di me…

No, lì per lì non lo riconobbi affatto anzi era prossimo compagno di viaggio di tutte quelle cianfrusaglie che si accumulano inutilmente in cantina e in casa e che sei costretto a vedere solamente quando traslochi. Ma ero rapita e non potevo evitare di osservare meglio.

Era LUI, era proprio QUELL’IMMAGINE che avevo dovuto abbandonare, ERA PROPRIO QUELLA. Emozione e gioia miste a qualche lacrima d’incredulità. Il mio compagno mi ha spiegato che anche lui era stato rapito qualche mese prima di conoscerci e l’aveva comprata senza saperne il motivo.

Adesso è qua, con me in casa. Più piccola di quella del garage ma identica. Quando andai a vivere a Londra imparai che non c’è bisogno di tenere croci o statue varie o immaginette in casa perchè non c’è bisogno di far sapere agli altri in chi o cosa crediamo. e neanche all’immagine o alla croce, sono solo statuette.

Il cuore sà, lassù qualcuno ci osserva e ci sente…chiamatela Luce o non sò cosa ma qualcosa più grande di noi C’E’ e non ha bisogno di nessuna immagine o altro aggeggio, nè di pompose feste paesane per esserci.

C’E’ GIA’.

FINE.

“Ci andiamo dietro…”

Cosa vuol dire “ci andiamo dietro”…potrebbe paragonarsi a “Piuttosto che niente, meglio piuttosto?”.

Entrambe le frasi, quando le sentite nominare, a cosa vi fanno pensare?

“Ci andiamo dietro”

“Piuttosto che niente, meglio piuttosto”

La seconda l’ho imparata qualche anno fà e pensavo tra me e me che volesse significare “accontentiamoci di questo progresso”…accontentarmi? Perchè? Non si poteva fare di più e meglio? Perchè non sentivo assolutamente leggerezza mentale dato che stavo nella m… con una persona egoista, di animo duro, pessimista e persino manipolatore. Mi sembrava un altro masso che si aggiungeva ai miei, già fermi immobili dentro il cuore e nella mia mente, nella mia vita. Non sentivo affatto il peso più leggero, sentivo solo…peso e basta.

La prima l’ho imparata, invece, adesso…da pochi giorni. L’avevo già sentita durante l’anno corrente ma non aveva il valore che ha ora. E non sono io che sono cambiata, è il saper dire le parole che ti cambia, saper trasmettere nella parola stessa, una semplice frase: “Fidati di me” quasi la stessa si trasformasse in immagine MANI5.

Quando pronunciate certe parole come queste…pensateci al peso che esse “trasportano”, pensateci, per favore, perchè “piuttosto che niente meglio piuttosto”, si dice tante volte senza pensare alla persona a cui lo si sta dicendo, al suo animo in quel momento o al vero aiuto di cui ha bisogno.

Ora che, dallo scorso anno, ho veramente una persona che mi dice “Ci andiamo dietro”…costantemente, ogni giorno, ogni attimo, dico a tutti questi psicologi, psicoterapeuti e tutti i professionisti del settore che, forse…forse, è meglio avere più esperienza che carte in mano, più empatia che fiumi di parole inutili. Spesso, sono le persone normali a dare proprio quello di cui hai bisogno, non i padri, non i medici, non gli assistenti familiari in genere e non le associazioni di volontariato.

Andateci dietro davvero!

 

 

Centrifugatissimaaaa

Lo devo ammettere…di questo passo prenderò il posto di Susanna tutta panna😄. Chi ricorda la bimba dei famosi formaggini? Era una bellissima pubblicità dei tempi in cui mangiare i formaggini che pubblicizzava Susanna, per modo di dire, era piacevole e si gustavano davvero.

 Oggi potrei chiamarmi “Saria tutta frutta”😂!!!  Pesche, pere, arance, zenzero, carote….eh già, com’è bella la primavera. Inizia la frutta e la verdura migliore😍

Buona giornata a tutti!

Piccoli ortaggi crescono…

Da sempre ho desiderato poter coltivare pomodori, zucchine, melanzane e altri ortaggi…lo vedevo fare a mio padre e volevo imparare ma lui diceva che è un lavoro da maschi quindi mi limitano a passare ore a guardalo e ogni tanto, quando me lo concedeva, facevo i solchi o annaffiavo il terreno.

L’amore per la terra me lo ha trasmesso lui e ora che posso, finalmente, ogni movimento che vedevo fare a mio padre, ogni azione, la cura e l’amore per un seme appena germogliato o una zucchina che sta crescendo, è mio. 

Grazie papà, non volevi imparassi perché sono una “femmina” ma…in silenzio, osservandoti, ho imparato e oggi coltivo come facevi tu.

Stasera frittata di fiori di zucchina😋

L’eredità

IMG_20170519_111005804

Cosa lascia una persona quando va via, che sia un lutto, una partenza, un abbandono, una storia…cosa lascia…me lo sono chiesto così tante volte da cinque anni a questa parte. Prima non avevo tempo per pensarci, prima…non mi toccava. Ok, senti dire che va via questo, va via quello, quello si è lasciato, l’altro è partito ma tutto scivola via, perchè in realtà non appartiene a te, non lo hai vissuto in prima persona e quindi è come lavarsi le mani. Il sapone scivola via…però lascia il suo profumo, un delicato profumo che ti fa anche piacere e vorresti sentirlo di nuovo, tutte le volte che ti lavi.

Ecco…credo che certe persone lascino dietro di sè la stessa sensazione, certi odori, le sensazioni che avverti ogni volta che pensi a loro. E capita che le lacrime scorrano sulle tue guance quasi senza che te ne accorga e, dopo, fa anche capolino un timido sorriso…quello che solo le persone speciali possono far venire.

L’eredità di una persona, non mi stancherò mai di scriverlo nè di dirlo non sono case, ville, denaro, gioielli…spesso ci preoccupiamo di lasciare ai figli la casa perchè almeno gli lasciamo quella ma…ci verranno mai ad abitare?

La vera eredità è il tempo che avete speso per stare con i vostri cari, con le persone intorno a voi, quello che avete dato in termini di AMORE, CUORE, ANIMA.

Questa è la vera eredità, la vera chiave.

Questo è quello che scopriranno quando non ci saremo più… una lacrima, ricordi di litigi, incomprensioni e abbracci di vero amore ma anche il dolore che accomuna tutti, sembra una lama che passa e ripassa sferzando il cuore tutte le volte ma ci saranno anche tanti ricordi di momenti stupendi vissuti insieme e tanti sorrisi, timidi sorrisi al pensiero di…quella persona ed è così che non andrà MAI via, non la dimenticheremo mai, finchè avremo nel cuore il ricordo di…quella persona, la sua eredità.

Arrivederci Sig.ra Vanna, è solo un arrivederci.

Voci precedenti più vecchie

Around Family Blog

Per chi viaggia con i bambini

Soraya's

Se posso, ti aiuterò!

Prendi il largo

Il blog di Romena

Caduta fuori dal tempo

Un diario di bordo ricco di emozioni

Nonostante me

"Il segreto per andare avanti, è iniziare". M. Twain

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

MIRIAM'S VERSION

Se non puoi essere bella, sii brava. Se non puoi essere brava, sii bella. Ma se puoi essere bella e brava, sii entrambe le cose. Perchè la bellezza sta nella cura della persona e la bravura nella sua volontà. M.R

La vita attraverso il cinema

La vita attraverso il cinema

Nel giardino segreto

in fondo al cuore di ognuno di noi

LIBRI

GUIDO SPERANDIO

E se ci riesco io!

Donna e Mamma in simbiosi

Diario di una ex-stronza

momentaneamente disoccupata, presto di nuovo in carica.

mammaperfettacercalavoro

cambiare è vivere

Chiara - Creazioni in fimo

Bijoux, bomboniere, idee regalo, complementi d'arredo in argilla polimerica

maplesexylove

_Fall in love with style_

My Italian Florida

una famiglia italiana a Miami

Tutte le parti di me.

Come cercare di raccapezzarsi nella vita.

Mi piacerebbe aprire un blog

la vita di una ragazza come tante :)

dariablog.me

Be Unique Be You

Vita da Museo

Vedo mostre, leggo libri, ascolto musica, lavoro in un museo: da Londra, le memorie di una Galley Assistant

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

ITALondinese

life and death in London

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

KAYOGA Brescia

A.S.D Affiliata C.S.A.In Ente di promozione sportiva riconosciuto dal coni

IL SALVACENA

CUCINARE IN APPENA 10 MINUTI

Sendreacristina

.....Artista a Verolanuova..... (tell : 3403738117 )

Solo io e il silenzio

appunti disordinati di Morena Fanti

Sono fuori di me e sto in pensiero perché non mi vedo tornare.#cit.

Non sono pigra. È che vivo col risparmio energetico. Io direi che sono ecologica, ecco. cit.

(Carne da macello)

Just another WordPress.com site, so what?

Passato tra le mani

Frammenti di una cucina an(n)archica e allegra.Ma non solo!

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Cuoche si diventa

Diario di un'aspirante cuoca