Dialoghi tra madre e figlio

” Mamma, dove sei?”

” Sono a fare due compere e tu?”

” A casa, posso chiederti se vuoi fare colazione con me?” So che l’hai già fatta magari mi fai compagnia, ti va?”

“Sì, ti aspetto…”

Seduti al bar iniziamo una conversazione sulle nostre esperienze personali e conveniamo entrambi su una cosa in particolare…”essere liberi di ESSERE”.

“Mi dispiace se in passato ti ho chiesto di fare delle cose senza pensare se volevi farle, ero cresciuta così e credevo fosse giusta quell’ottica là”

“Sono cresciuto, ho deciso che non voglio farlo più, ci sto male, vado contro me stesso, desidero dare quello che sento di dare perché se do’ senza volerlo fare, non sono sincero e io voglio esserlo.”

” Sai? La nonna non ha mai capito chi ero, cosa desideravo e io ero sempre preoccupata ad essere chi NON ERO piuttosto che scoprire chi ero, chi potevo diventare. Lo stesso il nonno…”

” Ho anche deciso un’altra cosa mamma…se il contratto di lavoro non sarà rinnovato, andrò a fare esperienza con il woofing”.

“Buona idea, amore mio..”

“Sto pensando anche di lavorare e mettere soldi da parte per comprare un terreno e coltivare da me così avrò il necessario e la TV la dovrebbero abolirla perché spegne il cervello!”

“Hai ragione, neanch’io la guardo mai…tutto finto, esci fuori e di tv ne vedi tantissima ed è pure reale”

“Grazie mamma di essere stata con me…”

“Grazie a te di avermi invitato”

Un abbraccio e lui si prepara per andare in questo nuovo lavoro, contratto di pochi giorni con possibilità di rinnovo. Io sto per tornare a casa quando….

” MAMMA!” mi giro e vedo lui, con una mano sul cuore in mezzo alla folla di gente che c’è stamane al mercato del lunedì

“TI VOGLIO BENE MAMMA”

Rido e lo guardo:

“Anch’io amore, TI VOGLIO BENE”.

Ci siamo salutati di nuovo da lontano, con il cuore, con le mani, con un abbraccio invisibile ma vivo!!! Cosa ne sanno le persone di questo dialogo stamane, di quel flusso energetico d’amore che passava tra di loro, cosa ne sanno.

Nulla ma…se per caso, vi siete sentiti sfiorati da un alito di vento, un battito di ali, un’inspiegabile energia…erano le nostre anime che si sono riabbracciate….da lontano.

SII, ragazzo mio!!!!

A passeggio con Zoe…natura time

Anima spezzata

FB_IMG_1524568659249

Riflettevo qualche giorno fà su tutto quello che è successo dal 30 Settembre ad oggi e mi sono accorta di cambiamenti talmente forti che, ancora oggi,  mi sento “terremotata”.

Ho ripreso a sorridere con timore, ad uscire e a camminare senza quel busto scomodissimo ma…tutto quasi limitato, ho ancora tanta paura.

Ho ripreso ad uscire con la macchina, ad andare al supermercato o a fare un semplice giro a piedi ma…dentro di me, si è spezzato qualcosa che non riesco più a ricomporre. Spesso ho paura a uscire con l’auto perchè da Giugno scorso a fine Settembre è stato tutto un susseguirsi di telefonate improvvise, avanti e indietro costanti a Roma per uno dei miei ragazzi,  notizie sconvolgenti come il tumore , scoperto per caso dopo un violento dolore allo stomaco che si era creduto….attacco di appendicite acuta. E poi incidenti stradali, uno dopo l’altro addirittura il primo avvenuto con un Tir e l’ultimo con un furgone…il peggiore. Siamo tutti vivi, tutti quà, tutti sempre uniti da un amore fortissimo.

Ora che ci penso erano avvertimenti, qualcuno o qualcosa inviava dei segni premonitori, quasi un “state attenti che…”. Il primo piccolo incidente, dopo quello più grosso dove mio figlio ha distrutto la mia panda, il tumore e le corse continue a Roma fino ad arrivare all’ultimo, quello più grave di tutti e tutto da Giugno a Settembre, estate tremenda, notti insonni, giornate con livelli di stress oltre il normale, pensieri su pensieri, sono invecchiata di colpo.

Vita…destino o…non sò, datti un nome…cosa vuoi ancora…non ho mai ceduto, ho sempre lottato, mi sono rialzata tutte le volte che contavi da uno a dieci…per me. Mi hai steso al tappeto mille volte…cosa cerchi…sono stanca sai? Se il karma esiste ho già dato, non credi?

Adesso voglio ricominciare, anche da sola ma VOGLIO ricominciare.

E si ricomincia da te…

20180323_085117

….una nascita che, forse, non doveva avvenire quando ci fu quel terribile incidente, eppure hai resistito e adesso sei quà.

Un mese tra poco e hai già spazzato via ogni dolore, ogni ricordo triste.

Adesso si ricomincia…benvenuto Ismaele.

Il Blog di Simone

nulla è permanente ... tutto cambia

One 🍀 Elpis

Blog di Arti e Discipline Umanistiche

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

Around Family Blog

Per chi viaggia con bambini

Soraya's

Se posso, ti aiuterò!

Prendi il largo

Il blog di Romena

Caduta fuori dal tempo

Un diario di bordo ricco di emozioni

Nonostante me

"Il segreto per andare avanti, è iniziare". M. Twain

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)