Dio è ovunque

Sì…pensavo poco fà, mentre riordinavo la mia stanza e osservavo un’immagine che ho ritrovato, grazie all’acquisto che il mio compagno ha fatto circa un anno fà in un mercatino di antiquariato, poco prima di conoscerci. La stampa è proprio quella della foto, la stessa che mio padre teneva in bellavista nel suo garage sopra il suo banco degli attrezzi. Si sentiva protetto mentre faceva lavoretti di bricolage nei momenti liberi dal lavoro…quell’immagine era tutto anche per me e tutte le volte che entravo in garage, mi sembrava Quegli occhi mi seguissero ovunque. Era proprio un effetto dell’immagine!

Quando anche mio padre morì, non potendo portare tutto dalla Sicilia al Sud, con immenso dispiacere e tanto pianto, dovetti lasciare quel bellissimo quadro al nuovo acquirente della casa e, purtroppo, molto altro. Dissi che ero felice rimanesse là, mi dava il conforto che era nel garage di mio padre e che, magari, un giorno lo avrei rivisto scendendo in Sicilia in vacanza.

Avevo una macchina, non un camion e caricai il possibile per ritornare al nord.

Quando conobbi il mio compagno tutto pensavo tranne che all’immagine. Non volevo iniziasse una relazione, pensavo solo a difendermi, a non lasciarci il cuore nuovamente, a tante cose insomma e così ogni cosa, passo in secondo piano finchè capìì che era ed è una persona di cui potevo fidarmi, che mi amava davvero sin da subito e che avrebbe lottato per non farmi più soffrire e così è tutt’ora. Un mese fà, vidi nuovamente l’immagine, proprio mentre stavamo traslocando.

Stavamo per buttarla via ma…mi sentii rapita.

“Non MI riconosci?” sentii solo questo dentro di me…

No, lì per lì non lo riconobbi affatto anzi era prossimo compagno di viaggio di tutte quelle cianfrusaglie che si accumulano inutilmente in cantina e in casa e che sei costretto a vedere solamente quando traslochi. Ma ero rapita e non potevo evitare di osservare meglio.

Era LUI, era proprio QUELL’IMMAGINE che avevo dovuto abbandonare, ERA PROPRIO QUELLA. Emozione e gioia miste a qualche lacrima d’incredulità. Il mio compagno mi ha spiegato che anche lui era stato rapito qualche mese prima di conoscerci e l’aveva comprata senza saperne il motivo.

Adesso è qua, con me in casa. Più piccola di quella del garage ma identica. Quando andai a vivere a Londra imparai che non c’è bisogno di tenere croci o statue varie o immaginette in casa perchè non c’è bisogno di far sapere agli altri in chi o cosa crediamo. e neanche all’immagine o alla croce, sono solo statuette.

Il cuore sà, lassù qualcuno ci osserva e ci sente…chiamatela Luce o non sò cosa ma qualcosa più grande di noi C’E’ e non ha bisogno di nessuna immagine o altro aggeggio, nè di pompose feste paesane per esserci.

C’E’ GIA’.

FINE.

Siate leader di voi stessi!

image

Ci vuole davvero tanta pazienza quando incontro persone che leggono il mio libro e mi chiedono:” Ma come hai fatto a superare certe cose, io non potrei mai!!!”. Perché, perché ci si pone così, è già una sconfitta dirsi….io non potrei mai. Ma credi che potevo? Con tutta quella “cultura” inculcata, con tutte le paure e pure i limiti…io potevo? No!!!! Eppure ho trovato la forza di farcela grazie anche alla lettura di ” Leader di te stesso” di Roberto Re…scusate la pubblicità involontaria ma ho avuto la forza grazie anche a lui, a quello che leggevo. “Ammazza il mostro quand’è piccolo” scrive….io l’ho frantumato, l’ho ridotto in minutissimi pezzi, l’ho proprio disgregato. Grazie quindi anche a Roberto Re, io oggi sono una forza!!!!

Eccomi di nuovo qua

images

E’ difficile scrivere quando si ha male dentro, ci si sente come ricoverati in ospedale, solo che la differenza sta nel fatto che si e’ in una corsia diversa, quella dei cuori spezzati.

Avevo messo tutta me stessa in quella storia, credevo in quell’amore, l’ho vissuto tutto e avevo trovato la persona che sapeva camminare al mio fianco e io al suo accettando tutti i problemi, le paure, la forza e la voglia di vivere. Quasi quattro anni intensi, davvero vissuti, mai avevo provato cosi tanto amore, cresciuto piano piano allo stesso modo di come si cresce una piantina, mai cosi tanta intensita’ nell’unire i nostri corpi eppure uno “tsunami” ha spazzato via tutto lasciando solo macerie.

Sono passati giorni, mesi ma oggi, catapultata di nuovo a Bologna dal destino, sono una persona nuova, di nuovo innamorata dell’amore e grazie a questo ho tanti nuovi amici e amiche. Ho ripreso a cucinare anche dolci, ho imparato a dipingere sulla porcellana rinnovando cosi un anonimo servizio di piatti e bicchieri, passo qualche ora a pregare Dio, invito amici a pranzo o a cena cercando di farli stare bene, faccio lunghe passeggiate riflessive. Se prima ascoltavo, adesso ascolto di piu’ perche’ l’animo delle persone fa’ piu’ rumore delle stesse parole.

Ora ho dentro cosi’ tanta forza e rinnovato amore che posso trascinare persino le montagne!

Bentornata a me!!!!

 

La mia pagina face

IMG_20150307_091214

Tante persone che cliccano “mi piace” nella mia pagina mi chiedono come mai io non scrivo o pubblico denunce di violenza o immagini che riguardano la violenza in generale.

Il motivo è semplice…capita che condivido link sulla violenza ma la mia è una pagina diversa. Io non denuncio la violenza nè tantomeno giudico, semplicemente cerco di spingere le donne o le persone a trovare dentro se stessi la forza e il coraggio per uscire fuori da situazioni difficili.

Le donne che ascolto sono così ferite nell’animo che spesso preferiscono continuare a compiangersi piuttosto che dire a se stesse: “Io posso farcela, io sono capace!” e quando, dopo averle ascoltate per giorni, dico loro: “Adesso? Cosa vuoi fare?” si sentono spaesate e prese in contropiede.

Cosa volete fare?

Chiedetevelo! Piangere ancora o trovare insieme il modo per ripartire?

I miei link anzi i link che gentilmente prendo in prestito o che a volte creo, sono motivazionali. Ci sono troppe pagine che parlano di violenza e ci sono anche immagini forti ma non voglio sempre condividerli. La mia pagina vuole essere l’inizio dalla fine, come l’immagine di cui sopra…la nave che si dirige verso il sole, verso altre terre. E’ così che si può sperare di farcela, solo guardando verso il sole e mai indietro!

Il buon uso del tempo

image

Tante persone che “passano” dal mio blog mi hanno chiesto perché non pubblico giornalmente. Un blog dovrebbe esser sempre aggiornato in modo da essere presente e quindi seguito più facilmente.
Io no.
Io non pubblico giornalmente per riempire il mio blog.
Io scrivo con l’anima e non mi curo dei giorni che passano, non devo esser presente tutti i momenti e tutti i giorni.
Quando pubblico è perché il mio cuore scrive, la mia anima soffre o è felice…pubblicare per dire nulla non saprei farlo.
Oggi infatti è uno di quei momenti in cui il mio cuore chiede di parlare…è uno di quelli in cui ti chiedi a che punto sei della tua vita, soprattutto se hai da poco saputo di qualcuno a te caro, che si è ammalato.
E non ti parli da tanto per varie incomprensioni, utili a nessuno e tu… hai sempre pensato che per te non è mai cambiato nulla, che non hai mai voluto accadesse, che lo hai sempre amato e a volte criticato ma è cosi che ci si vuole bene no?
Come tra fratelli e sorelle…già come tra fratelli e sorelle…vorresti parlare e dire che si sbaglia, che non è cosi e poi pensi al tempo trascorso inutilmente, quel tempo che vi ha tenuti distanti dal…nulla, proprio niente che non si potesse risolvere.
Quel tempo in cui capisci che la vita, a volte, diventa breve e forse puoi riannodare i fili spezzati…forse.
Il tempo che ti scivola via e pensi che non ne hai più tanto, non hai più tantissimo tempo per ragionarci su.
Il tempo è adesso!!!!

Voci precedenti più vecchie

Around Family Blog

Per chi viaggia con i bambini

Soraya's

Se posso, ti aiuterò!

Prendi il largo

Il blog di Romena

Caduta fuori dal tempo

Un diario di bordo ricco di emozioni

Nonostante me

"Il segreto per andare avanti, è iniziare". M. Twain

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

MIRIAM'S VERSION

Se non puoi essere bella, sii brava. Se non puoi essere brava, sii bella. Ma se puoi essere bella e brava, sii entrambe le cose. Perchè la bellezza sta nella cura della persona e la bravura nella sua volontà. M.R

La vita attraverso il cinema

La vita attraverso il cinema

Nel giardino segreto

in fondo al cuore di ognuno di noi

LIBRI

GUIDO SPERANDIO

E se ci riesco io!

Donna e Mamma in simbiosi

Diario di una ex-stronza

momentaneamente disoccupata, presto di nuovo in carica.

mammaperfettacercalavoro

cambiare è vivere

Chiara - Creazioni in fimo

Bijoux, bomboniere, idee regalo, complementi d'arredo in argilla polimerica

maplesexylove

_Fall in love with style_

My Italian Florida

una famiglia italiana a Miami

Tutte le parti di me.

Come cercare di raccapezzarsi nella vita.

Mi piacerebbe aprire un blog

la vita di una ragazza come tante :)

dariablog.me

Be Unique Be You

Vita da Museo

Vedo mostre, leggo libri, lavoro in un museo: da Londra, le memorie di una Galley Assistant

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

ITALondinese

life and death in London

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

KAYOGA Brescia

A.S.D Affiliata C.S.A.In Ente di promozione sportiva riconosciuto dal coni

IL SALVACENA

CUCINARE IN APPENA 10 MINUTI

Sendreacristina

.....Artista a Verolanuova..... (tell : 3403738117 )

Solo io e il silenzio

appunti disordinati di Morena Fanti

Sono fuori di me e sto in pensiero perché non mi vedo tornare.#cit.

Non sono pigra. È che vivo col risparmio energetico. Io direi che sono ecologica, ecco. cit.

Passato tra le mani

Frammenti di una cucina an(n)archica e allegra.Ma non solo!

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Cuoche si diventa

Diario di un'aspirante cuoca